Sulmona, i soliti idioti e le loro minacce

Una storia all’italiana…

Lunedì scorso sono stati attaccati sulla porta di casa e garage di un muratore romeno residente a Sulmona dei volantini contenti slogan razzisti e inviti a “tornare a casa”. Nicol (questo il nome dell’operaio), è in Italia da 5 anni, è sposato e con 3 figli, ed è residente nella periferia della città.Il quotidiano locale Il Centro ha parlato di un probabile “bamboccione”, che pare si sia firmato con vecchi quanto tristi simboli, che purtroppo, soprattutto di questi tempi, sono meno che mai passati di moda. Che sia stata l’opera di un “bamboccione” (anzi, un Coglione n.d.a.) non vi è dubbio, ma tonnellate di questi individui, anni fa, uccisero più di 6 MILIONI di persone. C’è da scherzarci su?!

Inoltre il giornale titolava come l’ondata razzista nazionale sia arrivata a “scuotere anche la tranquillità della nostra valle”. A questi quieti e sognanti spacciatori di gossip rispondiamo che la suddetta ondata di razzismo non è di certo nuova alla nostra comunità, ma che l’interesse della comunità verso quest’ultima è stata dimostrata in occasione del presidio contro l’apertura del circolo di Forza Nuova, a cui hanno partecipato pochi spontanei individui, verso i quali è partita inoltre una querela verso ignoti per diffamazione (??????????). Diffamazione?!
A che pro diffamare quando I FATTI E LA STESSA STORIA CI FORNISCONO TUTTO CIO’ DI CUI ABBIAMO BISOGNO?!

I media imbottiscono le vostre menti di odio, chiudono i vostri occhi e assopiscono i vostri impulsi. Vi distraggono proponendovi casi come l’omicidio di Garlasco come fosse una fiction a puntate. Vi aizzano contro i fantasmi del “diverso” e dello “straniero” per depistarvi dai reali crimini che questo Stato (ora di sinistra, ora di destra) compie. Dalle malefatte dei suoi capi e dei suoi aguzzini.

CAPISCI CIO’ CHE DICO? LO STATO HA BISOGNO DI TE:FOTTILO!!

Anarchici sulmontini

This entry was posted in Controinformazione/Propaganda. Bookmark the permalink.

1 Response to Sulmona, i soliti idioti e le loro minacce

  1. stefano says:

    Ai compagni di Sulmona :

    mi raccomando date tutta la vostra solidarietà al rumeno attaccato dagli ignoranti razzisti, è l’arma migliore per creare rapporti umani finalmente liberi,che sono la base per dar vita a qualsiasi tentativo di autorganizzazione. Costruiamo rapporti umani non mercificati, solidali e liberi!

    Ci si vede presto spero
    Stefano

Comments are closed.