Torino, contropresidio antifascista al gusto di albume

Questa sera (8 novembre, ndr) una cinquantina di solidali si è ritrovata sulle sponde dello Stura a formare un contropresidio, in occasione dell’appuntamento organizzato da Alleanza Nazionale e Azione Giovani. Adunata fascista indetta per fomentare l’odio razziale contro i Rom. Tutto è andato bene fino a circa le 19, quando da un autobus di passaggio, alcune massaie di ritorno dalla spesa, dopo essersi rese conto della presenza dei camerati, hanno deciso di bersagliarli di uova. i pochi attenti fascistelli, distratti dal fumo verde speranza (per una loro pronta morte), si sono ritrovati così imbrattati da capo a piede, decidendo così di terminare la "protesta", per dirigersi verso casa… del resto la frittata ormai era fatta!

Totrino continua ad essere antifascista!

Sempre solidale con i migranti.

Un presidiante

This entry was posted in Antifascismo. Bookmark the permalink.

1 Response to Torino, contropresidio antifascista al gusto di albume

  1. stefano says:

    evviva torino! evviva le massaie antifasciste! vi immaginate se succedesse a benevento?

Comments are closed.