Discarica di Colle Alto a Morcone, il Presidio continua

Di seguito pubblichiamo un volantino distribuito ieri e oggi dal comitato contro la discarica di Colle Alto a Morcone.

Sebbene non condividiamo in toto alcune posizioni sostenute,  considerando il problema rifiuti non come un problema a se stante ma come qualcosa inevitabilmente collegato e causato dal sistema Stato/Capitale, che non è possibile risolvere invocando l’intervento di quelle stesse istituzioni che ne possegono la maggior parte delle responsabilità, esprimiamo comunque la nostra solidarietà all’ennesima comunità che, almeno per il momento, sta autogestendo la sua lotta contro i soliti progetti di "devastazione e saccheggio" dei territori.

Dopo oltre un mese di presidio della cava di Colle Alto, l’azione del Coordinamento comitati campani e molisani ha conseguito l’importante risultato di far riconoscere al Commissario di Governo per l’emergenza rifiuti nella Regione Campania l’assoluta inidoneità del sito e l’inadeguatezza della procedura che aveva portato a tale scelta; sopratutto in ragione della immediata vicinanza della discarica prevista al Fiume Tammaro (75 metri!) che alimenta l’invaso di Campolattaro e delle conseguenze di carattere ambientale e turistico fortemente lesive anche per la vicina Regione Molise distante soli 100 metri.

Ma nonostante le numerose dichiarazioni di inidoneità pervenuteci da più parti – Risposta del ministro Chiti al Question Time, Commissione Ambiente Senato, dichiarazione della sottosegretaria all’Ambiente on. Laura Marchetti e dichiarazioni dello stesso Commissario Pansa ai giornali – nessuna dichiarazione ufficiale ci è giunta.

Allo stato dei fatti la provincia di Benevento, nella persona del suo Presidente Carmine Nardone – in qualità di Sub-commissario – è ora investita del compito di identificare i siti e le modalità di gestione del ciclo dei rifiuti nel territorio.Gli avvenimenti degli ultimi due mesi non inducono nelle popolazioni dell’Alto Tammaro quella fiducia nelle Istituzioni che permetta di credere possibile un superamento dell’emergenza senza risposte chiare ed ufficiali; d’altra parte è difficile credere che chi non ha raggiunto negli ultimi 14 anni gli standard di legge sulla differenziata e sul recupero possa candidarsi ad "ideatore" di nuove tecnologie di smaltimento rifiuti e di ecoballe.Il Coordinamento comitati campani e molisani chiede pertanto:

  • che la Provincia di Benevento dichiari ufficialmente il sito di Colle Alto non idoneo per il trattamento dei rifiuti

  • che nessun "trattamento sperimentale delle ecoballe" venga avviato in tale luogo per un elementare principio di precauzione

  • che la Provincia metta finalmente mano ad un sistema basato sul riciclo e sul recupero, con l’avvio di una politica dei rifiuti basata sulla raccolta differenziata.

Il Coordinamento dei comitati Campani e Molisani invita tutti alla manifestazione che si terrà

Lunedì 14 Gennaio alle ore 11,30

in Piazza Risorgimento – Benevento

PER LA DIFESA DELL’INTERO TERRITORIO SANNITA E DELLE RISORSE IDRICHE DEL SANNIO

This entry was posted in Ecologia/Ambiente. Bookmark the permalink.

1 Response to Discarica di Colle Alto a Morcone, il Presidio continua

  1. B.GIORDANO says:

    MI UNISCO AL VOSTRO DESIDERIO DI DIFERNDERE QUESTO PICCOLO ANGOLO DI PARADISO, RICORDO ANCORA QUELLA MONTAGNA E IL FIUME CHE SCORREVA DOVE ANDAVO A GIOCARE DA BAMBINA, HO UNA PROFONDA TRISTEZZA A PENSARE CHE QUEL SITO VENGA COMPLETAMENTE CONTAMINATO PIU’ DI QUANTO LO E’ GIA’ DA RIFIUTI TOSSICI SPERO TANTO CHE TUTTO SI FERMI.

Comments are closed.