BN – A difesa dell’Autogestione!

E’ di solo qualche giorno fa la notizia riverberata dalla solita stampa al servizio di Clemente Mastella, quella che lo insegue ovunque ritraendolo in pose plastiche travestito da giardiniere o da pizzaiolo, della sua ultima malsana uscita ad effetto: voler mettere in discussione l’esistenza del Centro Sociale Autogestito “Depistaggio”.

Pare che l’argomentazione retorica del momento sia quella di “restituire la struttura -figlia delle speculazioni, tanto care a Mastella ed alla politica di cui è espressione, degli anni ’90, mai ultimata ed abbandonata dalle stesse Istituzioni- a mamme e bambini”.

Dimentica Mastella, o fa finta di farlo, che il “Depistaggio”, così come la “Janara Squat” o il “Lap Asilo 31”, è uno spazio che, a differenza di quando era nella precedente disposizione delle Istituzioni, è vivo, aperto, attraversato ed attraversabile da tutti gli abitanti della città di Benevento, siano essi “mamme e bambini”, o sportivi, compresi quei pattinatori che evidentemente adesso hanno trovato qualche santo nel paradiso delle poltrone che gli ha promesso (in cambio di voti!?) l’eventualità (irrealizzabile) di una gestione esclusiva della struttura.

Potremmo sottolineare che il Comune è in dissesto (paravento per disattendere le tante promesse di una campagna elettorale mai terminata) e non sappiamo con quali soldi procederebbe alla parecchio dispendiosa ristrutturazione e messa a norma dello spazio, che verrebbe riconsegnato inevitabilmente all’abbandono a cui è stato strappato attraverso la pratica dell’occupazione; che se è tanto interessato ai “bambini”, Mastella potrebbe provvedere a sciogliere l’ormai annosa questione della mensa, anziché limitarsi alle sortite nelle scuole troppo simili agli interventi dei VIP nelle discoteche della zona; che se è interessato alle “mamme”, potrebbe provvedere a rendere questo oneroso compito più facile attraverso adeguate politiche sociali, anziché inaugurare sale slot e rivendite di sigarette elettroniche.

Ci limiteremo a dire però che seppure Mastella fosse il migliore dei Sindaci del mondo, cosa che comunque non possiamo dire in quanto riteniamo, e ce lo riconfermano i fatti quotidianamente, che qualsiasi Istituzione è negazione ed ostacolo allo sviluppo, all’emancipazione ed alla libertà degli individui, sapremmo comunque con certezza, di fronte all’ attacco ad una realtà sociale ed autogestita che vanta ormai 17 anni di attività, da che parte stare.

Sempre staremo dalla parte di chi pratica autogestione ed autorganizzazione, sempre staremo dalla parte di chi attraverso la pratica dell’azione diretta, del rifiuto della delega, dell’occupazione, si riprende pezzi della propria città e della propria vita.

E se dalle parole si volesse passare ai fatti, ai nostri posti ci troverete!

Solidarietà al C.S.A. Depistaggio!

Gruppo Anarchico “Senza Patria”

http://gaa.noblogs.org

Benevento, 17 maggio 2017

This entry was posted in Controinformazione/Propaganda, News and tagged , , , , . Bookmark the permalink.